Geografia astronomica - conseguenze pratiche - come orientarsi col Sole

I movimenti di rivoluzione e rotazione, attorno ad un asse inclinato, che compie la Terra, producono l'alternarsi delle stagioni (a periodi invertiti nei due emisferi) e altre importanti conseguenze facilmente verificabili. Vediamone alcune, in ordine sparso e senza spiegazione (che comunque potete cercare su internet).

In ogni punto della Terra il Sole ha un comportamento diverso, si possono però raggruppare i comportamenti simili e dividerli in tre grandi gruppi basati sulla posizione, ovvero in tre fasce separate dalle linee dei due tropici.


Prima fascia) Emisfero nord (dal tropico del Cancro al polo nord)

In questa zona il Sole ruota ogni giorno in senso orario e questo accade sempre solamente in questa fascia. Sorge ad est (questo accade in tutte le fasce), si trova a sud(solamente in questa fascia) allo zenit (punto più alto) a mezzogiorno, e tramonta ad ovest (questo accade in tutte le fasce).
In "estate" ("inverno" per l'emisfero sud), dall'equinozio di primavera all'equinozio d' autunno, il dì (ore di luce) è più lungo della notte. Spostandosi verso nord la durata del dì aumenta (fino a durare 24 ore al polo nord, dove è sempre giorno), spostandosi verso sud diminuisce (fino a scomparire al polo sud, dove è sempre notte).
In "inverno" ("estate" per l'emisfero sud), dall'equinozio d'autunno a quello di primavera, la notte è più lunga del dì. Spostandosi verso nord la durata del dì diminuisce (fino a scomparire al polo nord, dove è sempre notte), spostandosi verso sud aumenta (fino a durare 24 ore al polo sud, dove è sempre giorno).
Come orientarsi col Sole: quando il Sole è nel punto piu' alto è a sud e l' ombra indica il nord; volgendo le spalle al sud, l'est si trova a destra e l'ovest a sinistra.


Seconda fascia) Equatore (tra il tropico del Cancro e il tropico del Capricorno)

In questa fascia il sole sorge ad est. A mezzogiorno, allo zenit, è perpendicolare alle tangenti di un punto compreso tra i due tropici. La latitudine di questo punto cambia continuamente. All'equinozio di primavera questo punto si trova sull'equatore, poi si sposta verso nord fino ad arrivare sul tropico del Cancro al solstizio d'estate, quindi si sposta verso sud e ritorna sull'equatore all'equinozio d'autunno, poi si sposta ancora verso sud fino ad arrivare sul tropico del Capricorno nel solstizio d'inverno, infine si sposta verso nord fino a tornare sull'equatore all'equinozio di primavera, e così via ogni anno.
A seconda del momento dell'anno e della nostra posizione, possiamo trovarci, a mezzogiorno, con il sole a nord, oppure a sud, oppure esattamente sopra le nostre teste (nessuna ombra che possa indicarci un punto cardinale). Praticamente, essendo comunque il sole sempre molto in alto in questa fascia, è quasi impossibile "vederlo" a nord o a sud. Apparirà sempre sopra le nostre teste, senza ombre o con ombre cortissime che possano indicarci un punto cardinale.Il Sole tramonta ad ovest.
Le giornate subiscono poche variazioni e il dì può essere considerato sempre uguale alla notte (12 ore il dì e 12 ore la notte), anche se ci sono piccole variazioni continue.
Come orientarsi col Sole: al mattino, finchè non è troppo alto, il Sole si trova approssimativamente ad est, l'ombra indicherà l'ovest; nel pomeriggio il Sole si trova approssimativamente ad ovest, l'ombra indicherà l'est; volgendo le spalle all'est, il nord sarà a sinistra e il sud a destra.


Terza fascia) Emisfero sud (dal tropico del Capricorno al polo sud)

In questa zona il Sole ruota ogni giorno in senso antiorario e questo accade sempre solamente in questa fascia. Sorge ad est (questo accade in tutte le fasce), si trova a nord(solamente in questa fascia) allo zenit (punto più alto) a mezzogiorno, e tramonta ad ovest (questo accade in tutte le fasce).
In "inverno" ("estate" per l'emisfero nord), dall'equinozio di primavera all'equinozio d' autunno, il dì (ore di luce) è più corto della notte. Spostandosi verso nord la durata del dì aumenta (fino a durare 24 ore al polo nord, dove è sempre giorno), spostandosi verso sud diminuisce (fino a scomparire al polo sud, dove è sempre notte).
In "estate" ("inverno" nell'emisfero nord), dall'equinozio d'autunno a quello di primavera, la notte è più corta del dì. Spostandosi verso nord la durata del dì diminuisce (fino a scomparire al polo nord, dove è sempre notte), spostandosi verso sud aumenta (fino a durare 24 ore al polo sud, dove è sempre giorno).
Come orientarsi col Sole: quando il Sole è nel punto piu' alto è a nord e l'ombra indica il sud; volgendo le spalle al sud, l'est si trova a destra e l'ovest a sinistra.


Pagina creata il 27/6/2024, ultimo aggiornamento il 28/6/2024.

Torna all' Homepage